BioVelocITA e Trentino Invest entrano nella startup che cura le malattie genetiche Alia Therapeutics





Gabriella Camboni L’acceleratore italiano per il red biotech BiovelocITA e la società di investimento mista pubblico-privato Trentino Invest sono entrati nel capitale della startup trentina per la cura delle malattie genetiche Alia Therapeutics srl, apportando  un finanziamento seed totale di 1,3 milioni di euro (si veda qui il comunicato stampa). Del totale dei capitali, 1,1 milioni di euro provengono dall’acceleratore e 250 mila euro da Trentino Invest, che è una joint-venture di operatori finanziari trentini che conduce investimenti in società ad alto potenziale di crescita in Trentino-Alto Adige (partecipata da La Finanziaria Trentina, Istituto Atesino di Sviluppo, Fincoop e Trentino Sviluppo). Contestualmente, Alia Therapeutics ha acquisito il controllo di tre brevetti generati al Cibio, il Dipartimento di Biologia Cellulare, Computazionale e Integrata dell’Università di Trento, di cui è uno spin-off. Alia Therapeutics è la prima startup italiana attiva nella cura delle malattie genetiche tramite le tecnologie di editing genomico, nata da uno spin-off del Cibio. I fondatori di Alia hanno scoperto una nuova classe di “forbici” del DNA di assoluta precisione, le evoCas9.

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 9 Aprile 2019

Potrebbero interessarti anche »

Lascia un commento »