Salvini: L’immigrazione serve per abbassare i diritti dei lavoratori italiani.





Se da una parte c’è la Bce di Mario Draghi a sostenere che “dagli immigrati arriva un ampio contributo alla ripresa”, dall’altra c’è Matteo Salvini che sull’argomento ha sempre il freno a mano tirato e che non manca occasione per ‘tirare’ le orecchie alla sinistra di governo: “Questa estate miracolosamente hanno fermato le Ong e sono andati in Libia, come dicevamo noi. Prima ci davano dei matti, ma allora non avevamo torto”, ricordando che resta gravemente irrisolta la questione dei rimpatri e dunque del conseguente controllo del territorio: “In un paese normale chi non ha titolo di esserci non ci rimane. Il governo sta applicando ora quello che noi diciamo da tempo, ma quando io lo dicevo mi rispondevano che non si poteva fare. Si possono espellere le migliaia di clandestini che presenti nel Paese? L’immigrazione serve per abbassare i diritti dei lavoratori italiani”. L’immigrazione incontrollata genera anche problemi che incidono sulla salute pubblica: “I casi di tubercolosi aumentano in Italia, è evidente che gli immigrati sono un problema anche perché nei paesi di provenienza non esiste un sistema sanitario nazionale”

Per leggere il resto dell’articolo devi collegarti direttamente sul sito della fonte:









Continua

Pubblicato il: 21 Settembre 2017

Potrebbero interessarti anche»